Spligigs Roma

Top40 Venue

Large_avatar

Roma, IT

Various Locations

Feedback from artists

  • Crowd
    Great!
  • Stage
    Great!
  • Backstage
    Great!

Gigography

  • La Domenica Suona Diversa al Localino

    @ Spligigs Roma

    27 April 2014

    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
  • La Domenica al Localino suona diversa con Splitgigs!

    @ Spligigs Roma

    16 March 2014

    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
  • DFB daniele faraotti band

    @ Spligigs Roma

    09 February 2014

    • Thumb_avatar
  • Splitgigs Night @ Circolo Degli Artisti #callforbands

    @ Spligigs Roma

    05 February 2014

    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
  • Polar Station

    @ Spligigs Roma

    05 February 2014

    • Thumb_avatar
  • La Domenica suona diversa al "Localino" (Roma)

    @ Spligigs Roma

    19 January 2014

    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
    • Thumb_avatar
{:artist_city=>"%{artist} City", :artist_country=>"%{artist} Country", :to_give=>"Feedback to leave", :received=>"Feedback received", :quick=>"Quick Feedback", :given=>"Feedback left", :no_feedback_to_give=>"You’ve got no feedback to leave", :no_feedback_left=>"You still haven’t left feedback", :no_feedback_received=>"You still haven’t received feedback", :comment=>"Comment", :comment_optional=>"Optional - max 140 characters", :comment_placeholder=>"Remember, be nice!", :leave_feedback=>"Leave feedback", :bad=>"Bad!", :average=>"Average!", :good=>"Good!", :great=>"Great!", :awesome=>"Awesome!", :rate_it=>"Rate it!", :not_rated=>"Not Rated!", :crowd=>"Crowd", :stage=>"Stage", :show=>"Show", :backstage=>"Backstage", :attitude=>"Attitude", :leaved_on=>"Left on", :for=>"for", :share_on_facebook=>"Share on Facebook", :from_artists=>"Feedback from artists", :from_venues=>"Feedback from venues", :how_to=>"Giving valuable Feedback", :rating_artists=>"When rating an artist", :rating_venues=>"When rating a venue", :how_to_crowd=>"Rate the fan turnout and the promotional effort of the artist", :how_to_show=>"Rate the show and the performance of the artist", :how_to_attitude=>"Did you get along? Rate the behaviour of the artist", :how_to_crowd_venue=>"Rate the venue’s customer turnout and promotional effort", :how_to_stage=>"Rate the sound and playing conditions (PA, engineer, backline)", :how_to_backstage=>"Rate the venue’s hospitality (food, drinks, backstage area)", :play_again_artist=>"Would you like to play with them again?", :play_again_venue=>"Would you like to play here again?", :play_again_invite=>"Would you like to invite them again?", :accept=>"Yes", :refuse=>"No", :private_answer=>"This answer will be kept confidential, %{artist} won’t see it.", :leave_hidden_feedback=>"First leave feedback for %{user} then you'll be able to see the feedback you received."}
Great!

SplitGigs Level

Local Pub

25 Splitpoints

  • SG

    25

  • -

  • TW

    -

  • SC

    -

  • YT

    -

Description

Tutti si lamentano della situazione generale in cui versa la scena musicale italiana, dalla scarsa visibilità delle giovani band alle scarse possibilità che gli si presentano. E' sempre più raro che dei musicisti vengano scoperti in polverose cantine o affollate sale prova in affitto. La moda e il businness sono temi molto più affrontati da giovani band e soprattutto da chi gli gira intorno, rispetto alla volontà di esprimersi in pubblico per capire se nella vita hanno qualche possibilità di diventare dei musicisti professionisti e degli artisti affermati. Il live è e deve rimanere la vera anima del rock, così come è sempre stato. Il vero confronto con musicologi, critici e appassionati dovrebbe sempre verificarsi a seguito di una rappresentazione live, aldilà di ogni ottimo comunicato stampa o videoclip eccelso. Purtroppo in Italia, a differenza di altre nazioni europee, sono molti gli ostacoli che sembrano insormontabili. In Italia quando si esce dall'ufficio o dall'università sembra che la migliore proposta di vita sociale sia andare a fare un aperitivo. Nei locali si va solo tardi e solo il weekend, a meno si abbiano pochi impegni nelle mattine infrasettimanali e comunque un certo budget a disposizione per "far serata" di frequente. I club e locali più importanti aprono sempre più tardi per risparmiare sulle spese di apertura e si riempiono solo a notte fonda a causa di queste "leggi non scritte" della moda di questi ultimi anni e ancora perchè fondamentalmente così guadagnano di più. I vampiri escono solo la notte per fare baldoria e spendere tutte le loro energie e finanze risparmiate il giorno. Ma non è sempre stato così, e non è così ovunque. La realtà dei fatti è che dei giusti compromessi sono realizzabili con l'impegno congiunto di tutti quelli interessati. I locali sono restii a far suonare le band in orari poco comuni, perchè non vogliono correre il rischio di investire su dei seppur minimi cachet per le band vista la recente crisi. Ogni musicista va rispettato per il suo lavoro, e forse anche di più grazie al potere ricreativo e dell'effetto rigenerante che ha la musica live sul pubblico che suda davanti il palco scordandosi tutte le ansie e i problemi che affronta durante tutto il giorno, e quindi giustamente esige di essere retribuito come ogni altro lavoratore. Gli organizzatori e i media hanno l'abitudine (a volte "malcostume") di lavorare solo con band di cui hanno già sentito parlare grazie ad una promozione che non ogni artista può permettersi, o è in grado di far decollare. Splitgigs si propone come network e motore organizzatore per rimettere in circolo tutte queste risorse sprecate. Ogni locale nei paraggi delle tante università italiane, ogni locale che apre le serrande in mezzo a tanti uffici e negozi solo ore dopo che tutti i day-workers sono già tornati a casa, Ogni musicista e ogni band che conduce una vita normale come tanti altri e ha bisogno di un palco su cui esprimersi e cercare confronti. Ospitate la nostra rassegna NO VAMPIRES in orari accessibili a tutti quelli che sono stufi di tornare a casa a fine giornata, ma che la mattina dopo devono svegliarsi presto per rispettare i propri impegni. Magari abbassate i prezzi del bar solo per questa nuova fascia oraria in cui fino ad ora non eravate soliti ospitare clienti. Fate suonare quante più band siete in grado di accogliere e lasciate che il nuovo pubblico che entrerà gratuitamente a vedere le loro esibizioni decida quanto dare alle band che suonano proponendo un "UP TO YOU OFFER" esposta all'ingresso, sotto il palco o direttamente sul bancone del bar.